Esce il volume “Campioni del ciclismo di Romagna”

 

2009_05_campioni_romagna_copertina_rgb.jpg

Segnaliamo l’ultima pubblicazione di Ivan Neri, che raccoglie su carta le emozioni, le storie e la vita dei grandi personaggi del ciclismo romagnolo. E’ però un’opera diversa da quella che avrebbe potuto scrivere un giornalista o uno scrittore, questa è uno specchio tra il ciclista e il lettore. Sono infatti i protagonisti (o i loro cari) a parlare, a raccontare stralci di vita, di pedalate e di fatica.

Neri ha selezionato tra i grandi professionisti romagnoli sedici nomi e, mettendoli assieme, ha creato un racconto della storia del nostro ‘900. Attraverso le numerose fotografie qui raccolte nasce infatti una storia fotografica di tutto il secolo scorso. Ma non è un libro di sole foto, ci sono anche le parole dei campioni che raccontano momenti di vita: rapporti con i gregari, la famiglia, gli amici e grazie a questi ricordi si fa la storia del ciclismo. Partendo da un ciclismo «pionieristico» e quasi epico fatto di strade, ghiaia e fango tra Alpi e Pirenei (con Gordini ad esempio), passando dal ciclismo-sport popolare, con i campioni-celebrità dell’epoca «Coppi e Bartali», fino al ciclismo attuale. Il libro si chiude con Marco Pantani, che con le sue gesta aveva riportato il ciclismo in voga come un tempo.

I campioni che raccontano le loro vicende in prima persona o tramite famigliari e amici sono Michele Gordini (una memoria autobiografica e il racconto delle figlie Adelma e Lorena), Mario Vicini (racconto della figlia Carla), Glauco Servadei (racconto del figlio Furio), Aldo Ronconi, Vito Ortelli, Luciano Pezzi (racconto della sorella Leyla), Umberto Drei (racconto della moglie Jone), Giuseppe Minardi, Diego Ronchini (racconto dei fratelli Bruno e Remo), Ercole Baldini, Arnaldo Pambianco, Alfio Vandi, Davide Cassani, Roberto Conti, Fabiano Fontanelli, Marco Pantani (racconto di Giuseppe Roncucci, suo direttore sportivo alla Giacobazzi).

Come dice l’autore, possiamo quindi definire questo volume un «libro-reality», ma in senso positivo: sulla carta sono i corridori che parlano e le 400 illustrazioni sono quelle che loro personalmente hanno voluto conservare nei loro cassetti e sulle pareti di casa.

L’autore

Nato nel 1979, vive in «terra d’arte», a Solarolo paese di grandi campioni, laureato in Storia Contemporanea, Ivan Neri è un amante del ciclismo e lo certificano i suoi testi, già autore di un volume che ha come filo conduttore il mondo delle biciclette, continua con questa sua seconda opera. Questa sua passione nasce quasi per caso. Durante gli studi universitari Ivan «spolvera» dal garage di casa una vecchia bici da corsa che lui definisce dell’epoca «avanti Merckx» ed è come un sogno. Alla fatica su quei pedali si bilancia la felicità dei risultati raggiunti, del contatto con la natura e della passione che cresce. Dopo un anno in solitaria, l’incontro su due ruote con il dottor Marco Magnani, medico dei professionisti e amico di sempre, gli apre un nuovo mondo: nuovo telaio (ovvero il vecchio telaio in carbonio del dottore, un TVT fucsia del ’92) e l’incontro con tanti personaggi del ciclismo nostrano. Ma il secondo incontro più importante è con il meccanico Dino Falconi: che diventa lo «zio Dino» per l’autore e che lo accoglie per ore nella sua bottega. Aumentano i chilometri fatti in bicicletta (più di 15000 all’anno) e Ivan partecipa anche a qualche Gran Fondo e intanto si avvicina il momento della tesi di laurea. Grazie alle conoscenze acquisite nel tempo (come ad esempio Vito Ortelli, grande ciclista e artigiano) decide di fare la tesi sull’artigianato della bicicletta e il successivo incontro con l’editore Walter Berti, nasce il suo primo libro, “Artigiani e biciclette in Romagna nel ‘900” (Walberti, 2006). Andando a casa di artigiani, professionisti ed ex professionisti Ivan entra in quello che ha definito un vortice, parlando con loro, guardando le loro fotografie, quelle vere, tenute nei cassetti o alla rinfusa dentro vecchie scatole per camicie pensa che esse rappresentino una grande testimonianza storica di uno sport molto bello e così nasce l’idea per questo secondo lavoro.

Distributore per le librerie di Emilia Romagna, Marche e Abruzzo
L’Editoriale, via dei Fornaciai 25, 40129, Bologna (tel. 051/326604).

Distributore per le altre regioni
EdiQ Distribuzione
Casella postale 56 – 21040 Gerenzano (Varese)
Tel. e Fax 02/9689323

Esce il volume “Campioni del ciclismo di Romagna”ultima modifica: 2009-05-15T13:10:54+02:00da velocipedista
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento