La Rigida – raduno di MTB vintage

La Rigida 2.jpgAnche gli appassionati di mountain bike hanno il loro raduno d’epoca. Si chiama “la Rigida” e riporta le lancette dell’orologio a quando non esistevano ammortizzatori, pedali a sgancio rapido, tubless e freni a disco. La Mtb allora, parliamo degli anni 1980/90, si presentava nuda e cruda,  senza “orpelli”. Quei “pionieri”  inauguravano una disciplina sportiva da veri duri, ed ora quattro amici tutti provenienti dalla provincia di Ravenna (Cristina Merloni, Cristina Ravaglia, Claudio Mercuriali e Massimo Previato) dedicano ogni anno un omaggio alle bici spartane. 

La vera sfida è appunto quella  di presentarsi con lo stesso mezzo e abbigliamento datati,  di quando molti non avevano ancora i capelli bianchi. Ma l’importante è anche ritrovarsi e fare festa, come è  avvenuto anche quest’anno, domenica 28 settembre. “Non è stato un incontro nostalgico – sottolineano gli organizzatori – ma scanzonato, che ci ha fatto sentire, almeno per un giorno, come eravamo. Ed alla fine ci siamo accorti di non essere poi tanto cambiati, perché lo spirito della Mtb scollina anche il tempo”.

Al via della scorsa edizione circa 50 concorrenti che hanno partecipato al ritrovo presso l’agriturismo “Il Poggiolo” di Zattaglia (FI). Il percorso davvero suggestivo, di 18 e 28 chilometri sulle cime di Ca’ Malanca e dintorni, oltre agli abbondanti ristori ed ai numerosi premi, hanno reso la giornata davvero indimenticabile. Ma ciò che ha stupito, sono state le mountain bike “vintage” esibite dagli iscritti, tutte in ottimo stato e perfettamente funzionanti. Claudio Guazzolini ad esempio, si è aggiudicato la gara con una Merlin in titanio del 1989. La giuria presieduta da Fabrizio Fabbri gli ha assegnato 289 punti, contro i 256 del secondo classificato, Dario Mercuriali, ed i 252 punti ottenuto da Enrico Basigli, salito sul terzo gradino del podio. Nella classifica femminile invece ha trionfato Donatella Cortini,  protagonista per il secondo anno di questa speciale graduatoria. I tre giudici dal canto loro, dovevano esprimere una valutazione anche sull’abbigliamento dei biker, il cui punteggio si sommava a quello del mezzo. Alle premiazioni hanno partecipato la pluricampionessa di Triathlon Stefania Bonazzi, e l’assessore provinciale allo sport Massimo Ricci Maccarini; quest’ultimo  ha elogiato lo spirito di “aggregazione e socializzazione” dell’evento, unito al “rispetto della natura ed alla riscoperta dei valori del passato”.

 

La Rigida – raduno di MTB vintageultima modifica: 2009-01-21T06:11:00+01:00da velocipedista
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento