Carlo Galetti, il vincitore del secondo e terzo Giro d’Italia

Carlo Galetti (Corsico, 26 agosto 1882 – Milano, 2 aprile 1949) Corridore schivo e non amatissimo dai tifosi, fu comunque uno dei più vincenti della sua epoca, grazia ad una carriera durata ben 30 anni, dal 1901 al 1931. Piccolo di statura e certamente non bello a vedersi, la sua condotta di gara veniva spesso giudicata utilitaristica. Molto astuto, scaltro, … Continua a leggere

Luciano Succi, da Forlì – gregario di Coppi e Bartali

  QUANDO COPPI MI SI PRESENTO’ DICENDO: “MI CHIAMO COPPI; FAUSTO COPPI” E NESSUNO LO CONOSCEVA Luciano Succi è nato a Forlì il 31 gennaio 1915, quinto di otto fratelli (tre maschi e cinque femmine). Selezionato per i Mondiali 1937 di Copenaghen fra i dilettanti, poi vinti da Leoni, la vigilia della corsa fu investito da una macchina e si … Continua a leggere

La storia di Learco Guerra, la locomotiva umana

Learco Guerra, la locomotiva umana Bagnolo San Vito (MN) 14 ottobre 1902 – Milano, 7 febbraio 1963 Lo chiamavano “la locomotiva umana” per la grande potenza che mostrava in pianura. Il soprannome glielo affibbiò il direttore della Gazzetta dello Sport Emilio Colombo dopo aver notato le sue grandi doti di passista.   Sempre sorridente e disponibile, visse da un punto … Continua a leggere

Alfredo Sivocci, vincitore della più lunga corsa italiana su strada

Milano, 4 gennaio 1891 – 10 luglio 1980 Ciclista di buone possibilità, comincia a correre nel 1908, a 17 anni, vincendo come dilettante 9 corse tra cui il campionato italiano. Fu professionista dal 1910 al 1926 e corse per la Swift, la Sénior, la Legnano, la Bianchi, la Stucchi e la Dei. Si distinse soprattutto in prove di resistenza. Nel … Continua a leggere