Addio a Cesare Del Cancia

DEL CANCIA in maglia GANNA.JPGE’ mancato lo scorso 25 aprile Cesare Del Cancia. Toscano di Buti in provincia di Pisa avrebbe compiuto quest’anno la veneranda età di 96 anni.

Passò professionista alla fine del 1935 e fece in tempo a gareggiare con Binda, Guerra e Girardengo. Naturale avversario di Bartali e Bini risultava essere la più vecchia maglia rosa vivente in quanto indossata il 9 maggio 1938 a Santa Margherita Ligure.

Nel 1935 con la Ganna, vinse due classiche del tempo: la Milano-Torino e la Tre Valli Varesine e la stagione successiva la Milano-Sanremo, una tappa al Giro d’Italia e il Giro dell’Emilia. Nel 1938 furono due le tappe conquistate nel Giro d’Italia, oltre al Giro del Lazio. Prima dello stop per la guerra ottenne qualche piazzamento, mentre nel dopoguerra cambiò squadra, passando alla Welter, ma non ottenne più i risultati di un tempo e terminò la carriera.

Chi, come Carlo Delfino che ci ha segnalato la notizia, ha avuto il piacere e l’onore di conoscerlo, lo ha sicuramente stimato come uomo buono sensibile e dalla spiccata verve toscana.

Lo stesso Delfino, scrittore e appassionato di ciclismo storico, lo ha definito l’ “ultimo dinosauro” vale a dire l’ultimo testimone del grande ciclismo legato all’anteguerra.

 

HPIM0922 SAN REMO 37.JPG

Addio a Cesare Del Canciaultima modifica: 2011-09-19T03:28:00+00:00da velocipedista
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento