I 90 anni di Fiorenzo Magni all’EICMA di Milano

1958_big.jpgGrandi emozioni alla 68.sima edizione di EICMA alla Fiera di Milano-Rho. Ieri è stato il ciclismo a dominare la scena. Merito di due ricorrenze che effettivamente meritavano di essere ricordate con tutti gli onori: il 50° anniversario dei Giochi Olimpici di Roma 1960 ed i 90 anni di una leggenda del ciclismo, Fiorenzo Magni.

Attorno a questi “monumenti” dello sport Italiano, gli organizzatori di EICMA hanno messo in moto la macchina del tempo realizzando un evento memorabile, che ha visto i nove  ciclisti ancora viventi vincitori di medaglie d’oro alle Olimpiadi di mezzo secolo fa sfilare sul palco allestito per loro, sul quale hanno rivissuto l’emozione della cerimonia di premiazione, ricevendo come quel giorno  la medaglia e la maglia di campioni olimpici.

Salutati dal Presidente Federale Renato Di Rocco e celebrati anche da altri personaggi storici della bici – Felice Gimondi, Vittorio Adorni, Paolo Bettini – i campioni olimpici di Roma ’60 hanno regalato uno spaccato straordinario del ciclismo dei loro tempi, facendo rivivere quei momenti attraverso aneddoti e racconti emozionanti. Allora il ciclismo italiano dettava legge anche su pista, ed indimenticabili campioni come Beghetto, Bianchetto e Gaiardoni erano lì proprio a ricordare il fascino irresistibile di questa disciplina.

Per Fiorenzo Magni un compleanno davvero speciale in Fiera, dove è presente una selezione di modelli esposti nel suo amato Museo del Ghisallo al quale l’Associazione Italiana Città Ciclabili – discioltasi dopo 20 anni di benemerita attività – ha voluto donare un generoso contributo. Un altro regalo per il “leone delle Fiandre” la bellissima bici “Montante”, una replica del modello storico realizzata dal raffinato artigiano siciliano. “Peccato che, alla mia età, in bici non possa più andare.”, ha commentato Magni visibilmente commosso.

I 90 anni di Fiorenzo Magni all’EICMA di Milanoultima modifica: 2010-11-05T11:10:38+00:00da velocipedista
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento