La Parigi – Rouen e le prime corse ufficiali della storia

Italia e Francia si sono sempre divise sul tema del ciclismo: la rivalità che ora oppone gli appassionati fra Tour de France e Giro d’Italia ha radici antiche, che risalgono al 1869, quando i francesi ci battono sul tempo e organizzano la prima gara ufficiale in bicicletta della storia: la Parigi – Rouen di 123 km. L’Italia risponderà solo l’anno successivo con la Firenze – Pistoia, seppur su un tracciato di soli 33 km. E’ l’inizio dello sport ciclistico, è l’inizio della rivalità Italia – Francia.

Parigi - Rouen.jpgE’il 7 novembre 1869 quando inizia la storia dello sport ciclistico. A parigi prende il via la Parigi-Rouen di 123 km. La gara venne annunciata con un bando che indicava la data e la distanza, anche se quest’ultima era specificata come “approssimativa”. I partenti furono 100, fra cui anche 6 donne e si impose James Moore. Ma già allora, sulla vittoria vi furono le prime insinuazioni di scorrettezze e trucchi della storia del ciclismo. Sullo stesso tracciato nel 1894 sarà organizzata anche la prima gara automobilistica della storia.

La prima corsa ciclistica italiana fu invece organizzata nel 1870: era la Firenze-Pistoia, sulla distanza di 33 chilometri. A vincere fu Van Heste, un ragazzone inglese che che coprì la distanza in 2 ore e 12 minuti. Si trattava per la verità di corse su bicicli, già tecnicamente piuttosto avanzati: il diametro della ruota anteriore era di circa 75 centimetri, quello della ruota posteriore di 50.

Ma la prima grande classica del ciclismo italiano arriverà solo 6 anni più tardi: è la Milano-Torino, disputata nel 1876 su una distanza di 150 km. Sono otto i concorrenti al via muniti del loro velocipede. La partenza fu data alle quattro del mattino, per permettere ai corridori di arrivare con la luce del sole il pomeriggio del giorno stesso. Numerosissimo il pubblico presente ad attendere i corridori: ben diecimila persone erano assiepate al traguardo di Torino in corso Giulio Cesare. Al termine dei 150 chilometri di gara risultò vincitore uno studente in ingegneria, tal Paolo Magretti, che fu primo dei quattro concorrenti a terminare la corsa; degli altri quattro si persero le tracce. Storica, forse la più bassa di tutti i tempi, la media della corsa: 13,300 Km/h. La corsa fu ripetuta solo 17 anni dopo e dal 1913 iniziò a disputarsi praticamente ogni anno sino ai giorni nostri.

La Parigi – Rouen e le prime corse ufficiali della storiaultima modifica: 2010-04-10T07:54:00+00:00da velocipedista
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento