Tour de France, Tour de Souffrance

Il libro di Albert Londres, colui che ha coniato il termine di “forzati della strada” Nel 1924 per la prima volta il Tour de France è vinto da un italiano, il friulano Ottavio Bottecchia, che tiene la maglia gialla dalla prima all’ultima tappa. Ma quel Tour è ricordato anche per la presenza al seguito della corsa di un inviato assolutamente … Continua a leggere

La Milano – Sanremo del 1970 – la “fuga per la vittoria” di Michele Dancelli

Michele Dancelli capì subito che quella sarebbe stata una giornata speciale. Il sole tiepido e luminoso, che lo aveva accolto in una Milano ancora assonnata per la festa infrasettimanale di San Giuseppe, era già di per sé un buon segno. Così come lo era respirare l’aria meneghina, intrisa una volta tanto non del solito smog, ma degli aromi e delle … Continua a leggere

Sante Gaiardoni – i tre giorni d’oro di un grande campione

Piangeva, Bepi il meccanico. Piangeva di gioia, s’intende. Incurante dei flash dei fotografi, l’uomo baciava la medaglia d’oro ancora cinta al collo del figlio ciclista, fresco alloro olimpico nella specialità del chilometro da fermo. È questa una delle istantanee che restano più impresse a chi ha vissuto la XVII Olimpiade, quella romana. Ciò che non sapeva, l’orgoglioso padre, era che … Continua a leggere

La storia di Giovanni Valetti, campione dimenticato

Vinovo 22 settembre 1913 – Avigliana 28 maggio 1998 E’ stato uno dei più grandi campioni su strada italiani, ma è rapidamente scomparso dalla ribalta, al contrario dei vari Bartali, Cottur e Ricci che sono stati negli anni 1937, 1938 e 1939 i suoi grandi ed irriducibili avversari sulle strade d’Italia e della Confederazione elvetica. Campione piemontese e vincitore del … Continua a leggere

Il 6 settembre tutti alla Vaca mora!

Gli abitanti delle montagne di Schio lo chiamavano “Vaca mora”. Era il trenino a vapore che faceva servizio nell’Altovicentino con avventure talvolta memorabili. A distanza di tanti anni, l’Associazione Historic Club Schio, nota a livello nazionale per le sue manifestazioni di veicoli d’epoca, fortemente persuasa che le radici della cultura di un territorio debbano essere rievocate anche attraverso il ricordo … Continua a leggere

La storia di Enea Dal Fiume, vincitore della prima Coppa Placci

ENEA DAL FIUME, il vincitore della prima Coppa Placci nel 1923 ENEA DAL FIUME, nato a Castel Guelfo (Bo) il 24.10.1891 e deceduto a Imola il 25.07.1966. Passista- scalatore. Ha sfidato i campioni del passato correndo come dilettante, dilettante fuori-classe e isolato. Senza alcun dubbio, è stata la figura più rappresentativa del ciclismo imolese degli anni ’20. Causa il primo … Continua a leggere

Alla Gran Fondo Gino Bartali anche un percorso “Eroico” di 50 km

Amici Eroici! Ci scrive Loredano Petronici, Presidente dell’ Associazione Amici del Museo del Ciclismo “Gino Bartali” per ricordare che quest’anno in occasione della 10° edizione della loro Gran Fondo ci sarà un percorso di circa 50 km dedicato agli “Eroici”. La manifestazione è in programma il 3 Maggio prossimo. “Messaggio per gli eroici interessati: partecipate numerosi e contribuirete alle sorti … Continua a leggere

Costante Girardengo, l’omino di Novi

La storia di Costante Girardengo Il primo “campionissimo” della storia del ciclismo é nato il 18 marzo 1893 nella cascina “Scarazzolo”, alla periferia di Novi Ligure. A vent’anni (era il 1913) cominció ad inanellare quella sua inimitabile collana di successi che lo avrebbero fatto entrare nella leggenda. Non vinse mai il campionato del mondo, forse solo perchè venne istituito troppo … Continua a leggere