Gaetano Belloni, l’eterno secondo

Gaetano Belloni Pizzighettone, 27 agosto 1892 – Milano, 9 gennaio 1980 Lo avevano etichettato come “L’eterno secondo” anche se in realtà fu uno dei corridori più vincenti della sua epoca dopo il suo avversario ed amico Costante Girardengo. Il suo grido di battaglia era: “Pronti, via! Prim Bellon”. Il padre di Belloni, Gentilio, era addestratore di cavalli per carrozze. Il … Continua a leggere

“Dal ciclismo eroico ai giorni nostri. Appunti sui professionisti romagnoli.”

E’ uscito da circa un anno il libro di Decio Testi “Dal ciclismo eroico ai giorni nostri. Appunti sui professionisti romagnoli.” L’opera è frutto di un lungo lavoro di ricerca teso ad approfondire un pezzo di storia del ciclismo italiano e rivela aneddoti, situazioni, aspetti non noti delle gesta di ciclisti romagnoli mai dimenticati dagli appassionati delle due ruote. Nel … Continua a leggere

Giro d’Italia: Forlì sede di tappa

Ancora non si può parlare di ufficialità vera e propria, fino alla presentazione del Giro del centenario, prevista per il 13 dicembre al Teatro La Fenice di Venezia. Ma una tappa partirà da Forlì il 24 maggio 2009. “Ci è arrivata la comunicazione che Rcs verrà a fare il sopralluogo a Forlì entro fine novembre – conferma l’assessore comunale allo … Continua a leggere

Una donna al Giro d’Italia

Fu l’unica donna che ha corso il Giro d’Italia assieme agli uomini rivoluzionando tutte le convenzioni sociali. Un diavolo in gonnella negli anni epici del ciclismo. Ecco la storia straordinaria e misconosciuta di Alfonsina Morini da Castelfranco Emilia, maritata Strada, inarrestabile protagonista di mirabolanti imprese ciclistiche. Classe 1891, di origini poverissime, Alfonsina Strada sfida ogni convenzione sociale: a inizi Novecento, … Continua a leggere

Il caso Bottecchia: vita e morte di un campione

Il 3 giugno 1927 a Peonis vicino a Gemona del Friuli, Ottavio Bottecchia viene trovato agonizzante a terra , durante un allenamento in bicicletta. Le versioni sono contrastanti, c’è chi parla di un incidente, chi parla di colpi che hanno causato un trauma cranico, chi parla di un semplice malore. Lo portano all’ospedale di Gemona; sembra riprendersi, ma dopo dodici … Continua a leggere

Alberto Assirelli – Bartòn

Alberto Assirelli (Bartòn) Non è mai divenuto un evidente, ma il suo ruolo nel ciclismo se l’è ritagliato con merito e per la Romagna del pedale è stato senza scossoni e clamori, un palpabile riferimento nella sua epoca. Chiuso per fama dai suoi capitani e conterranei Baldini e Pambianco, nonché dallo spazio che s’era conquistato il fratello maggiore Nino (un … Continua a leggere

La storia di Mario Confente

Come può essere diventato famoso un costruttore che ha realizzato nella sua vita solo 135 biciclette?  Probabilmente molti di voi non lo conoscono, il suo nome non ha quasi mai adornato telai di biciclette e non è mai stato pantografato su attacchi manubrio e corone. Eppure Mario Confente è stato uno dei migliori telaisti del mondo, un innovatore, un artista. … Continua a leggere

Mario Vicini, detto Gaibèra

Mario Vicini, (Cesena, 21 febbraio 1913 – Cesena, 6 dicembre 1995) Nato a Martorano di Cesena,  “è Gagg ad Gaibèra” (così chiamato per il colore rossiccio dei capelli e il soprannome della famiglia) si cimenta nell’attività agonistica nel 1931 senza mettersi particolarmente in luce. Bravo sul passo, denota difficoltà quando la strada comincia a salire. Si stacca facilmente e neppure … Continua a leggere

Alfio Vandi, l’usignolo delle salite

  Alfio Vandi, corridore professionista dal 1976 al 1988, nato e residente a Sant’Ermete di Santarcangelo, aspetto giovanile, oggi ha lo stesso ciuffo di capelli, lo stesso sorriso dei tempi andati, i tempi in cui sulle colonne dei giornali era stato ribattezzato come «l’usignolo di Romagna». Usignolo per il suo cinguettio in salita, quando all’inizio di ogni pendenza lo si … Continua a leggere